Destini Distratti

Vorrei che tu mi NotassiIn un Giorno di invernoIo sarei Seduta a un tavolinoAl centro del GeloCon un caffè tra le ManiE la testa inclinata da un LatoLa foglia si muoverebbe AppenaSotto una coltre di fili d’ArgentoE il mio sguardo sarebbe PersoIn quei Portoni semichiusiChè spalancano PossibilitàTu passeresti DistrattoDal Suono di un clacsonE ti abbasserestiContinua a leggere “Destini Distratti”