Pedala Pedala Pedala…

Prendo la bicicletta e scappo. Pedalo, pedalo, pedalo. Scappo. Dalla tristezza e da questo cielo nero che mi si chiude sopra. Perdonami, mamma. Ma non posso restare qui. Non oggi. Così, pedalo, pedalo, pedalo. Un chilometro, poi un altro e un altro ancora. Tutti in fila come soldatini. Marciano verso una battaglia che li renderàContinua a leggere “Pedala Pedala Pedala…”