L’Altalena

Ines Vilpi

Era un gioco Bambino
Che sapeva di Grande
Andare e Venire
E far Girare la testa
Ma sempre Stare
In quel punto Rassicurante
Come il Mare
Che quando è Calmo
Sa di Cielo
E quando è Agitato
Sa di Tempesta

E quando invece si Muove
Avanti e Indietro
Sulla Riva
Sa di Terra Primitiva
Ti Ammalia
Come una Cantilena
E tu con Secchiello
E Paletta
Costruisci Futuri
Improbabili
Disegni Istanti
Profumati e Salati
Non è importante Scomparire
È attendere l’Attimo
Che ha da Venire

Pubblicato da Brunina

Il bambino dentro di noi ci chiama: ci implora di ascoltarlo. E noi, abbiamo bisogno di lui.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: