Il Dono

E così l’anno prima avevo scoperto, con grande delusione e disillusione, che Babbo Natale non esisteva…

Il dispiacere e il senso di tradimento erano stati enormi ma, come tutti i bambini, me ne ero fatta una ragione ed ero sopravvissuta.

Quindi il Natale successivo sapevo esattamente ogni cosa: che erano i genitori a portare i regali, che potevo desiderare quello che volevo, nei limiti delle possibilità, naturalmente, ma con gran precisione avrei potuto scrivere la lettera e trovare sotto l’albero esattamente quello che avevo richiesto.

Io ero un’amante dei trenini elettrici…e quell’anno ne avevo chiesto uno speciale, un po’ più grande di quelli che avevo avuto fino ad allora.

Arrivata in prossimità del 25 Dicembre la curiosità era ormai troppa: avrei ricevuto il mio regalo? Mamma e papà lo avevano già cercato, comprato…nascosto?

Non resistetti: cominciai a frugare per la casa, dappertutto… fino a che…lo trovai: era nascosto sopra l’armadio della camera da letto dei miei genitori, mi ero arrampicata sul comò per arrivarci.

Il sentimento fu un misto di soddisfazione e delusione…

Per aver rinunciato alla sorpresa, al gusto della rivelazione.

E per la facilità con cui il regalo arrivava, ora, senza tutto quell’iter emozionante che il desiderio, l’aspettativa e il mistero rendevano unico e prezioso.

Il giorno di Natale arrivai comunque sotto l’albero e fui soddisfatta: avevo trovato quanto mi aspettavo.

Trovai però un altro pacchetto, da parte del nonno.

E questo non era previsto.

Lo scartai con estrema cura, una sensazione mista di curiosità e sorpresa…

Trovai all’interno un paio di guanti bellissimi, di lana grossa, multicolore… quelli a manopola, che si usavano tanto a quei tempi.

Li avevamo visti insieme, in una vetrina, passeggiando un pomeriggio qualche settimana prima.

Avevo detto al nonno che mi piacevano tantissimo e che erano proprio “alla moda”.

La cosa era finita lì…

Il nonno se ne era ricordato e aveva deciso di farmene dono, insieme ad un biglietto che diceva: “Alla mia nipotina, che ora sarà alla moda. Ti voglio bene Nonno”.

Ecco.

Accogliere un Dono, inatteso, riconoscerlo e…farne Tesoro.

Questa è la vera Meraviglia.

Ogni tanto accade anche nella Vita, e non solo con le cose, che vanno e vengono a loro piacere e a beffa di noi.

Accade con le Persone.

Sono Doni preziosi, se siamo capaci di accorgercene.

2 pensieri riguardo “Il Dono

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.